stagione MLB 1993

Un forte secondo tempo nella stagione 1992 aveva i Montreal Expos 1993 sentirsi ottimisti quando arrivarono alla formazione primavera. Anche se alla fine non hanno fatto i playoff, gli Expos del ’93 hanno mantenuto la promessa.

GRANDE 1980 SPORT MOMENTSStart lettura oggi.

La postseason della Major league baseball aveva alte barriere di ingresso. Nel 1993, c’erano solo due divisioni in ogni campionato. La NL East che Montreal occupato comprendeva anche i Pittsburgh Pirates, Chicago Cubs e St. Louis Cardinals, insieme agli attuali occupanti dei Philadelphia Phillies e dei New York Mets. L’espansione Florida Marlins sarebbe unirsi ai festeggiamenti nel 1993. E solo il campione della divisione si è qualificato per i playoff, andando direttamente alla League Championship Series.

La divisione è stata vista come in palio nel 1993. I Pirati avevano vinto nei tre anni precedenti, ma due anni di perdite da free agent hanno raggiunto il loro picco quando Barry Bonds è partito per San Francisco. Pittsburgh ha iniziato a muoversi in modalità di vendita del fuoco prima ancora che la stagione è iniziata e la NL East race è stato aperto per le imprese.

Il successo di Montreal è stato costruito su uno staff di pitching che si sarebbe classificato quarto nella National League in ERA nel 1993. Dennis Martinez aveva 39 anni, ma era ancora un cavallo e ancora efficace. Ha eliminato il marchio 200 inning, ha vinto 15 giochi e finito con 3.85 ERA. Ken Hill ha pubblicato un 3.23 ERA in 183 inning di lavoro. E Kirk Reuters, 22 anni, è stata una grande scoperta, ottenendo quattordici partenze, vincendo tutte e otto le sue decisioni e finendo con un’ERA 2.73.

Il bullpen era profondo e il manager Felipe Alou ne ha fatto buon uso. John Wetteland salvato 43 giochi con un 1.37 ERA. Mel Rojas era un uomo di installazione formidabile, con un 2.95 ERA. Jeff Fassino, Brian Barnes e Jeff Shaw erano su una navetta tra la penna e la rotazione, combinando per 23 partenze e 132 apparizioni di rilievo, come Alou spremuto il massimo da loro.

Il reato è stato innescato dalla velocità e dalle basi più rubate nella NL. Marchese Grissom ha aperto la strada con 53 ruba. Ha anche pubblicato un .351 percentuale su base, ha guidato in 95 corre e ha segnato 104 più, per tutto il tempo la riproduzione di un buon campo centrale. Larry Walker era accanto a lui a destra e ha fornito il potere, un .469 slugging percentuale e 22 home run. Delino DeShields strisciato 43 borse e aveva un OBP di .389. Moises Alou ha sparato .483.

Questi quattro giocatori—Grissom, Walker, DeShields e Moises Alou—erano il nucleo del reato, ma l’attacco aveva significativamente più profondità rispetto al ’92. Sean Berry ha assunto al terzo da invecchiamento Tim Wallach e Berry aveva una linea stat di .348 PB/.465 slugging percentuale. Mike Lansing giocato 141 giochi in una varietà di posizioni e consegnato un .352 OBP. Lou Evans, il quarto outfielder, aveva un OBP di .340. L’offesa di Montreal non aveva abbastanza potere per essere elite, ma hanno fatto abbastanza per classificarsi al settimo posto nella Lega nazionale a 14 squadre nelle corse segnate.

Gli Expos hanno aperto la stagione in casa contro squadre della NL West e hanno vinto otto dei loro primi dodici. Ma il viaggio di ritorno in tutto il continente non è stato così gentile, producendo un record di 2-5 e sono scivolati 5 ½ giochi nella gara di divisione. Al Memorial Day il record era un rispettabile 27-21, ma i Phillies erano roventi e detenevano un vantaggio di sette partite.

L’inizio dell’estate è andato male. Montreal ha perso tre su quattro a St. Louis, ad una squadra Cardinale che sperava anche di tenere il passo con Philadelphia ed era gestita da Joe Torre. Gli Expos sono caduti fino a 12 ½ giochi nella buca. Ma hanno vinto una serie con i Phils e ottenuto una striscia di vincite di cinque partite andando nella pausa All-Star. Montreal era 48-40 e alle 8 ½ partite fuori, almeno avevano un polso.

Un viaggio a Philadelphia all’inizio di agosto ha provocato tre sconfitte consecutive e sembrava essere la campana a morto per la stagione. Ma gli Expos hanno preso una serie dai Cardinals e poi hanno strappato nove vittorie nelle ultime dieci partite prima del Labor Day. Montreal aveva spostato passato St. Louis, ma aveva ancora un deficit di 9 ½ gioco con Philly.

Ma la striscia vincente è continuata. Gli Expos hanno vinto otto dei loro prossimi nove e il vantaggio è stato ridotto a un gestibile cinque partite. Philadelphia stava arrivando a nord per un weekend di tre partite che è iniziato a settembre 17. E ‘ stato l’ultimo incontro dell’anno tra le due squadre e l’ultimo vero colpo per Montreal. Certamente dovevano vincere la serie e probabilmente avevano bisogno di spazzare.

E hanno messo su una lotta in apertura Venerdì sera. Anche con Martinez essere inseguito e cadere dietro 7-3, gli Expos legato il gioco nel settimo inning ed è andato inning extra. Nel 12, Grissom raddoppiato, rubato terzo e ha segnato la corsa vincente su una mosca DeShields sac. C’era ancora vita.

Sono rimasti indietro di nuovo sabato, questa volta 5-1 mentre il gioco è andato all’ottavo inning. Wil Cordero, il 21-year-old interbase strappato un home run tre-run e tagliare il vantaggio di 5-4. Non c’era ancora nessuno fuori, ma non erano in grado di tirare anche. Nel nono, Walker ha fatto una passeggiata, ha preso il secondo su un lancio di pickoff errante e poi ha rubato il terzo. C’era solo uno fuori e la corsa di legatura era a 90 piedi di distanza. Ma Lansing ha colpito fuori, Berry volato a destra e la partita si è conclusa a 5-4.

Un terzo thriller dritto atteso domenica, uno scenario senza dubbio-about-it-must-win per Montreal e di nuovo hanno combattuto da dietro. Hanno di nuovo trainato 5-4 nel nono inning. Hanno avuto la legatura e vincente corre in posizione di punteggio. Cordero ancora una volta è venuto attraverso, con un colpo di base due-out che ha vinto 6-5. Le probabilità erano ancora contro gli Expos, ma con il deficit a quattro partite, potevano osare sognare.

Quello che non potevano fare era permettersi di perdere e hanno prontamente lasciato cadere due su tre agli Atlanta Braves, in una feroce gara NL West. I Phillies hanno preso il ritmo e hanno sfruttato l’opportunità di riportare il vantaggio a sei partite. Era tutto finito, ma le urla. Montreal finito forte e si è conclusa solo tre partite indietro, ma sono stati ufficialmente eliminati il Martedì della settimana finale della stagione.

Più impressionante è stato il 94 giochi che Montreal aveva vinto. Per il secondo anno consecutivo, erano playoff calibro per gli standard di oggi. Un anno dopo, il baseball avrebbe implementato il suo riallineamento e ampliato la postseason che avrebbe beneficiato di queste Esposizioni. Nel 1994. Montreal era ancora meglio. Hanno avuto il miglior record nel baseball ai primi di agosto, quando colpo più crudele è venuto. Uno sciopero dei giocatori ha spazzato via il resto della stagione. Il nucleo talento è stato rotto quando i giocatori sono tornati nella primavera del 1995.

Il modo in cui è finita ha lasciato un sapore amaro per gli appassionati di baseball a Montreal e per gli appassionati di fair-minded in tutto il mondo. Ma non dovrebbe oscurare quanto fossero costantemente buone le Esposizioni nella prima parte degli 1990. La squadra del 1993 era molto parte di quella corsa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.