La rivoluzione di Berkeley

La foto sopra mostra Liane Chu nell’angolo in alto a destra dell’opuscolo per il concorso di Miss Chinatown USA del 1965 a San Francisco.

Per il concorso Liane ha assunto lo stile di abbigliamento femminile e tradizionalmente femminile che la generazione di sua madre si aspettava dalle donne. Secondo Liane, essere incoronato Miss Chinatown a San Francisco “era un po” come essere un hippie, ma facendo questo ruolo dritto.”Pur essendo un “politico” auto-descritto, è stata felice di farlo per sua madre, ed è stata premiata con una borsa di studio per la sua partecipazione. Ha finito per godersi l’esperienza immensamente; è stata in grado di viaggiare in piccole città in tutta la California e persino in una Chinatown alle Hawaii.

Come concorrente per Miss Chinatown USA, Liane era vestita, curata e truccata in un modo che i suoi coetanei di Berkeley non avrebbero mai visto. Mentre viveva a Berkeley e lavorava al Red Dress shop dal 1966 al 1969, il suo vestito era “un vestitino” che “potresti indossare in qualsiasi momento”; non si truccava e andava a piedi nudi. Al contrario, Liane è cresciuta in una famiglia cinese a San Francisco con certe aspettative per come le donne si vestivano: “le calze di nylon, le reggicalze, le cinture.”

Lo stile di abbigliamento rilassato e casual degli studenti di Berkeley ha suscitato reazioni molto diverse in una giovane e curiosa Liane e nei suoi genitori. Raccontando la sua visita a Cal come uno studente presto-to-be, Liane ricordato ” papà e mamma erano come ‘guarda quelle persone’—indossavano sandali,” con disprezzo, mentre lei pensava a se stessa ” Oh, li trovo attraente!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.