La mia prima storia erotica Orgia

Nota di donna: Questo è in realtà un account scritto da un mio buon amico, che mi ha permesso di condividerlo qui. Ho pensato che fosse una grande lettura, e spero che tutti voi godere tanto quanto ho fatto!

Prima storia di sesso di gruppo

La parola ‘orgia’ può evocare cose diverse per persone diverse, in particolare se non ne hai mai sperimentata una.

Alcune persone potrebbero immaginare un squallido gropefest in una stanza buia. Altri potrebbero immaginare un affare greco-romano opulento e indulgente, con uva e vino che si riversano lascivamente su corpi contorti. In pratica, un’orgia moderna non è nessuna di queste cose – anche se ci sono certamente elementi di entrambi.

Lasciatemi spiegare.

E ‘ stato qualche anno fa che io, per un regalo di compleanno, sono stato invitato dal mio partner ad un evento incredibilmente esclusivo in una zona intimidatingly costoso di Londra; una festa di sesso femminile, femminile-organizzato per giovani professionisti.

Mi sono trovato nervoso quando sono arrivato alla moderna hall con la facciata in vetro; non è stato il mio primo evento del genere, ma è stato certamente il più esclusivo e come tale ero desideroso di fare una buona impressione, tanto per il bene del mio partner quanto per il mio.

Il rispetto è fondamentale in un evento del genere. Le buone maniere contano, e ci sono regole severe che devono essere rispettate per assicurarsi che tutti siano al sicuro, responsabili e divertirsi. Questo è, dopo tutto, l’intero punto di un evento come questo.

Le regole sono generalmente concordate in anticipo, e in questo caso è stato vietato a un uomo di avvicinarsi o iniziare una conversazione con qualsiasi donna a parte il suo partner. Se una delle donne è interessata, si avvicinerebbero-mai il contrario.

Io e il mio compagno siamo scivolati nell’ascensore in acciaio inossidabile e siamo saliti dalla hall all’ultimo piano. Ci siamo baciati e lenire l “un l” altro mentre saliva verso la parte superiore dell ” edificio, e quando le porte alla fine ping aperto un peluche, camera viola e cromo è stato rivelato a noi.

Era impeccabile; il velluto viola si estendeva dal tappeto a metà delle pareti, dove era incontrato da specchi che raggiungevano il resto del percorso fino al soffitto. L’illuminazione era morbida e un po ‘ di musica tranquilla scorreva intorno a noi. Sembrava più un wine bar che un luogo per un’orgia.

Siamo stati subito accolti da un donna che ha preso i nostri nomi e controllato da un elenco, poi ha preso i nostri cappotti e, come lei tranquillamente ed educatamente stabilite le regole di base, ci ha accompagnati attraverso alcune porte doppie in una sorta di area lounge, in cui circa 30 uomini e donne, tutti elegantemente vestiti e alcune maschere mascherata, sorseggiato cocktail e chiacchierato.

Alcuni erano già sdraiati sugli ampi e soffici divani, avvicinandosi l’uno all’altro. Le donne sono in inferiorità numerica rispetto agli uomini circa due a uno. Questa è stata sicuramente la loro notte, il loro evento. Questo era per loro, ed ero solo troppo felice di farne parte.

Dopo che io e il mio partner avevamo acquistato un bicchiere di champagne ciascuno, siamo stati presto avvicinati da una bella giovane donna in un abito di raso nero che non era abbastanza lungo da nascondere il pizzo intorno alla parte superiore delle sue calze.

Dopo alcune chiacchiere, sono stato portato sul divano dalla mia cravatta, molto consapevole del calore degli altri corpi intorno a noi. Potevo sentire risate civettuola tutto intorno, accanto a baciare, gemendo, sospirando, e il fruscio delle mani sopra i vestiti. Altre coppie seduti intorno ai bordi, osservando e godendo l “un l” altro, guardando la scena giocare fuori.

Presto, ci furono più mani su di me, e le mie mani si allontanarono sugli altri. Era appena sufficiente per vedere e solo abbastanza buio per essere misterioso. Le mie dita registravano la cintura di una bretella un momento, e la pelle calda di una coscia l’altro, anche se la mia pelle era inumidita con le labbra degli altri.

In seguito, nessuno aveva fretta di andarsene. Avevamo tutti avuto modo di conoscerci e ci siamo semplicemente seduti, in vari stati di spogliarsi, e chiacchierato, con affascinanti lampi di imbarazzo, di quello che avevamo appena fatto parte di.

Improvvisamente, non era più un’orgia, era semplicemente una collezione di persone molto simili che si godevano la reciproca compagnia. E questo è il vero fascino di un’orgia moderna.

Leggi altre storie di sesso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.