Il Re di francia Luigi XI

Il Re di francia Luigi XI

Condividi Questa Pagina

Seguire Questo Sito

Luigi XI Re di Francia nella seconda metà del 15 ° Secolo. Ha fatto molto per ripristinare il prestigio nella monarchia e consolidare il suo controllo sul regno.

Nacque il 3 luglio 1423 a Bourges. Suo padre era Carlo, il cui padre era stato re Carlo VI. A causa di un trattato firmato da quel re nel 1420, il figlio del re non era il Delfino, o erede al trono. Così, quando Carlo VI morì nel 1422, suo figlio Carlo non era tecnicamente il re di Francia. Il re inglese Enrico V era morto in quello stesso anno, e suo figlio neonato, chiamato anche Henry, è stato dichiarato re d’Inghilterra e Re di Francia. Poiché l’Inghilterra controllava gran parte della Francia a questo punto nel progresso della guerra dei Cent’anni, la pretesa di Carlo di essere re di Francia non era così forte come lo era altrimenti. Tuttavia, Carlo lo nominò re di Francia e istituì una corte a Bourges e un Parlamento a Poitiers. Fu in quella corte reale che nacque Louis.

Gli eserciti inglesi stavano ancora ottenendo vittorie in Francia nei primi anni di Luigi, e così il ragazzo crebbe dietro le mura di una fortezza, a Loches. Isolato, si gettò nei suoi studi, padroneggiando la storia, la matematica, la retorica e la scienza sul lato accademico delle cose e anche imparando come andare a cavallo e come combattere, usando arco e freccia, lancia e spada. Non era circondato dalle trappole della regalità e così è cresciuto avendo semplici bisogni e godendo di semplici piaceri.

Quando Louis aveva 10 anni, andò ad Amboise a vivere con sua madre, Marie. Più cresceva e più vedeva il paese e la guerra, più Louis si convinceva che suo padre non stava facendo tutto il possibile per difendersi dai ripetuti attacchi inglesi. Nonostante la relativamente recente vittoria francese ad Orléans, ispirata dalla giovane Giovanna d’Arco, la Francia aveva ancora molta strada da fare in termini di unità contro i nemici comuni. (La Francia era anche in guerra con la Borgogna durante questo periodo.

Per una manciata di motivi, il padre di Luigi, che era stato incoronato re Carlo VII nel 1429, aveva perso il sostegno di diversi nobili significativi. Quel gruppo di nobili disaffezionati convinse Luigi ad unirsi alla loro causa, opponendosi al perseguimento della guerra da parte di suo padre. Si unì a loro in aperta ribellione nel 1440. (Carlo aveva nominato Luigi comandante delle forze in Linguadoca e a Poitiers nel 1439, ma il Delfino voleva più potere e suo padre non sarebbe stato d’accordo.)

Parte dell’inimicizia di Luigi verso suo padre derivava dalla relativa indifferenza di quest’ultimo verso la felicità del figlio al suo matrimonio, nel 1436, con Margaret Stewart, figlia del re Giacomo I di Scozia. Il re fu pubblicamente scortese con suo figlio al matrimonio reale, aprendo una ferita che il figlio non avrebbe mai permesso di guarire completamente.

Le forze francesi continuarono ad avanzare, riprendendo

Carlo stroncò facilmente la ribellione ma perdonò suo figlio e gli diede il comando delle truppe nell’esercito e gli diede persino un posto nel consiglio reale. Le cose per la Francia stavano guardando in su a quest’ora. Nel 1435, re Carlo aveva convinto Filippo III, duca di Borgogna, a cambiare schieramento, abbandonando i suoi attacchi alla Francia, ponendo fine a un’alleanza che aveva tenuto per più di due decenni. Inghilterra e Francia avevano raggiunto una breve tregua nel 1444, e Enrico VI aveva sposato la principessa francese Margherita d’Angiò il 23 aprile 1445, a Titchfield Abbey. L’Inghilterra ruppe la fragile tregua quattro anni dopo saccheggiando terre in Bretagna.

La Francia riconquistò Rouen e consolidò la sua presa sulla Normandia. La Francia assediò la capitale della Guascogna, Bordeaux, il 30 giugno 1451, per poi perderla nell’ottobre successivo. Un’altra vittoria francese seguì, nella battaglia di Castillon, nel luglio del 1453. Quella fu ufficialmente l’ultima battaglia della guerra. L’Inghilterra controllava ancora Calais, ma questa era l’estensione dei suoi possedimenti francesi.

Nonostante la fine della guerra, re e Delfino erano ancora in disaccordo, soprattutto perché Luigi aveva dichiarato la sua intenzione di sposarsi di nuovo e Carlo aveva rifiutato di concedere il permesso. Luigi si sposò comunque con Carlotta, figlia del Duca di Savoia. Un Carlo arrabbiato condusse un esercito dove si trovava Luigi, costringendo suo figlio a fuggire in Borgogna, dove rimase per i successivi anni. Quando Carlo morì, nel luglio 1461, Luigi tornò e rivendicò il trono.

Re Luigi XI ha presentato una dicotomia in apparenza e intrigo. Ha mantenuto la sua abitudine di vestirsi e viaggiare semplicemente, eppure ha intrapreso schemi del più alto ordine politico, solidificando la monarchia al vertice dell’ordine militare e di leadership mentre per tutto il tempo sembrava essere un uomo in borghese di pace e di buone intenzioni per tutti.

Carlo VII aveva costruito un forte esercito permanente, e Luigi XI lo usò a suo vantaggio. Egli respinse una reiterata sfida da parte di Carlo, conte di Charolais e respinse anche un tentativo di ribellione da parte della Lega del Bene Pubblico, un consorzio di nobili che finirono per vedere nel loro ex amico Luigi lo stesso tipo di nemico che un tempo vedevano in suo padre. Attraverso vari schemi non violenti, Luigi assicurò accordi di pace con tutti i suoi avversari.

Uno dei suoi avversari chiamò Louis il “Ragno Universale”, in riferimento al tipo di trama di intrighi che sembrava anche lui girare. Una di quelle trame coinvolse il rovesciamento del re d’Inghilterra, Edoardo IV. Nel 1470, Edoardo era il re, avendo preso il trono da Enrico VI durante le guerre delle Rose. Luigi unì le mani e le forze con il conte di Warwick nel consegnare il trono di nuovo a Enrico VI. Vedendo questo, Carlo il Temerario, duca di Borgogna accusato Luigi di rinnegare il loro accordo di pace e ha portato una forza d’invasione in Francia. L’esercito francese era più che sufficiente per respingere la forza d’attacco di Carlo, e Carlo e Luigi accettarono di nuovo la pace, nell’aprile del 1473.

Due anni dopo, l’Inghilterra aveva nuovamente invaso la Francia, mentre Edoardo IV era di nuovo a capo dell’esercito reale. La forza inglese che sbarcò a Calais non era abbastanza vicina da preoccupare Louis, ed Edward presto fece causa per la pace. Carlo il Temerario era stato harrying possedimenti francesi di nuovo, e più tardi nel 1475, lui e Luigi concordato una tregua a lungo termine. Luigi, alla testa del suo esercito, poi andò in una baldoria di conquista della città, portando sempre più territorio nell’ovile reale.

Allo stesso tempo, Luigi teneva d’occhio ciò che stava accadendo in tutto il suo regno. Viaggiò molto e istituì anche una serie di corrieri di cavalli, che trasportavano messaggi scritti da un posto all’altro, inviando informazioni al re in modo che potesse tenere il dito sul polso del suo regno.

Louis ha sofferto di problemi di salute durante l’ultimo decennio della sua vita. Ha subito due emorragie cerebrali, una volta nel 1481 e altri due anni dopo. Il secondo lo ha ucciso, ed è morto l ” ago. 30, 1483. Luigi e Carlotta avevano avuto otto figli, tre dei quali sopravvissero fino all’età adulta; di questi, uno era un ragazzo, Carlo, e divenne re Carlo VIII.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.