Il buddismo è monoteistico? La risposta potrebbe sorprenderti

Quando pensi al monoteismo, cosa ti viene in mente? La maggior parte delle persone pensa alle principali religioni monoteistiche: cristianesimo, ebraismo e Islam.

Quindi, dove si inserisce il buddismo? Il buddismo è monoteistico? La risposta potrebbe essere una seria sorpresa.

Che cos’è il monoteismo?

Prima di tuffarci in dove il buddismo si inserisce con le altre principali religioni del mondo, stiamo andando a dare un’occhiata a ciò che il monoteismo è in realtà.

Il monoteismo è la credenza nell’esistenza di un solo dio. Ha senso, vero? Mono significa uno. Una religione monoteista crede che un unico dio onnisciente abbia creato il mondo e abbia il potere di intervenire, se necessario. Il cristianesimo è una religione monoteista.

Una religione politeista, d’altra parte, è una religione che crede nell’esistenza di molti dei o divinità. (Poli = molti.) Una delle religioni politeiste più conosciute e diffuse è l’induismo.

Il buddismo è monoteistico?

Il buddismo non è monoteistico. Né è o politeista. Il buddismo è una religione non teistica, il che significa che il buddismo non ha alcun Dio o divinità ufficiale. Buddha era ed è una figura importante nel buddismo, ma non era un Dio. In realtà, il Buddha era un uomo normale con il nome di Siddhārtha Gautama.
Se stai esplorando come praticare il buddismo, questi dettagli sono piuttosto importanti.

Chi era Buddha?

Siddhārtha Gautama era un uomo nato a Lumbini, in Nepal, tra il 563 e il 480 a.C. Ha studiato sotto molti saggi dell’epoca, imparando la meditazione, lo yoga e come sfruttare il potere della sua mente. Raggiunse l’illuminazione all’età di 35 anni dopo aver meditato per 49 giorni sotto un albero di Bodhi.

Dopo essere stato illuminato, viaggiò e insegnò a tutti quelli che poteva. Morì all’età di 80 anni, lasciando dietro di sé molti grandi insegnamenti.

In quali dei credono i buddisti?

In realtà, non ci sono divinità o divinità nella religione buddista.

Aspetta un minuto, dici tu. Non mi stai prendendo in giro. So di aver visto statue e figure nei templi buddisti. E se non c’è un dio buddista, allora chi sono quei monaci in vesti rosse che pregano?

Le statue spesso viste nei templi buddisti sono figure sacre chiamate bodhisattva. Come il Buddha, queste figure non sono divine. Ma sono santi.

Vedete, i bodhisattva erano esseri così saggi da poter accedere al nirvana, lo stato al di là di ogni sofferenza. Ma questi esseri erano così compassionevoli che ritardarono il raggiungimento del nirvana per rimanere sulla Terra e insegnare agli altri come diventare illuminati.

I bodhisattva popolari visti nei templi buddisti sono Tara verde, Tara bianca, Kuan Yin, Manjushri e Avalokitesvara.

buddismo monoteismo

I buddisti pregano?

Se i buddisti non sono monoteisti e non hanno un dio, pregano il Buddha? O bodhisattva?

I buddisti non adorano un dio. Invece di pregare, i canti buddisti, i mantra e le meditazioni servono come forma di pratica devozionale.

I buddisti pregano? Ci sono diversi rami del buddismo e si potrebbe sostenere che alcune pratiche buddiste coinvolgono la preghiera. Ma il più delle volte, questa preghiera è una forma di auto-esplorazione o uno sforzo per diffondere la gentilezza amorevole, ciò che i buddisti chiamano Metta.

Quindi, il gioco è fatto. Il buddismo è monoteistico? No. Il buddismo è una religione non teistica che si concentra sul seguire gli insegnamenti del Buddha e dei bodhisattva per diventare liberi dalla sofferenza.

La maggior parte delle persone pensa che l’apprendimento sia la chiave dell’autosviluppo

È così che siamo cresciuti-quando eravamo giovani, abbiamo studiato algebra, letto la storia e memorizzato i nomi degli elementi sulla tavola periodica.

Ma una volta cresciuti e sperimentati la vita, ti rendi conto che non puoi ‘imparare certe cose – come la crescita personale.

Vishen Lakhiani, fondatore di Mindvalley e autore di bestseller del New York Times, ha scoperto che la chiave per l’autosviluppo non era “imparare”, ma piuttosto “trasformare”.

Se vuoi “trasformare” e sei pronto ad accelerare la tua crescita personale, allora unisciti alla Masterclass GRATUITA di Vishen Lakhiani, dove imparerai:

✅ Il Framework per Flow: I 3 grandi pilastri della vita che ti aiuteranno a crescere rapidamente con il pilota automatico, così lo sviluppo personale avviene naturalmente.

✅ Come puoi sfruttare l’energia che ti circonda per attirare automaticamente gli strumenti di cui hai bisogno per sbloccare il tuo vero potenziale, permettendoti di fare facilmente cambiamenti trasformativi nella tua vita.

✅ Applica il principio #1 per eliminare gli ostacoli nella tua vita e successivamente mostrarti come il tuo migliore sé e avere un impatto positivo sul mondo.

Scopri il quadro collaudato per una trasformazione straordinaria e un nuovo 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.