Cooper Cafritz, Peggy 1947–

Educazione attivista

A colpo d’occhio

Fonti

Peggy Cooper Cafritz è un attivista di spicco della comunità a Washington, DC, che è stato eletto presidente del District of Columbia Board of Education nel 2002. La missione di Cooper Cafritz era di guidare il consiglio nel suo mandato per migliorare il distretto scolastico scarsamente performante e afflitto da problemi. Lei è meglio conosciuto nella zona di Washington, però, come il fondatore della Duke Ellington School of the Arts, un liceo pubblico per gli studenti che desiderano intraprendere una carriera nella musica, teatro, danza, le arti visive, o studi museali. “Ellington è un terreno straordinario”, ha entusiasmato in un’intervista di Ebano con Richette L. Haywood nel 1996.

Cooper Cafritz è nata il 7 aprile 1947 a Mobile, Alabama, figlia di Algernon e Gladys Cooper. Arrivò a Washington, DC, per frequentare la George Washington University nel 1964, conseguendo una laurea in scienze politiche quattro anni dopo. Mentre frequentava la facoltà di legge presso la stessa università, è stata coinvolta nell’educazione artistica in città, inizialmente in un progetto con il coreografo Mike Malone che ha tenuto workshop per studenti interessati a perseguire una carriera nelle arti. Dopo il completamento del progetto, Cooper Cafritz decise che la città aveva bisogno di una performing arts high school, un concetto basato su istituzioni rinomate come la High School for the Performing Arts di New York City, in seguito resa famosa nella fama di film e serie televisive.

Alla fine degli anni 1960, Cooper Cafritz iniziò a raccogliere ciò che sarebbe ammontato a circa million 6 milioni in donazioni, e ha sostenuto in modo convincente davanti al consiglio scolastico del Distretto di Columbia, che ha accettato di fornire ulteriore supporto attraverso dollari fiscali. La Duke Ellington School of the Arts ha aperto le sue porte nel 1974 a un corpo studentesco in gran parte minoritario proveniente da alcuni dei quartieri più difficili della città. Come ha ricordato Cooper Cafritz in Ebony, ” Volevo che la scuola fosse un luogo dove i bambini senza altre opportunità, che avevano molto talento, potessero venire e imparare e svilupparsi in artisti intelligenti.”In un noleggio che era stranamente preveggente del suo ruolo nel film Fame, attrice e ballerina Debbie Allen, che è apparso in entrambe le versioni cinematografiche e televisive, è stato il primo insegnante di danza di Ellington.

Nei primi anni 1970 Cooper Cafritz ha presieduto il comitato esecutivo della DC Arts Commission, ed è stato anche fellow presso il Woodrow Wilson International Center for Scholars, una prestigiosa organizzazione di ricerca per le scienze sociali e le discipline umanistiche gestito dalla Smithsonian Institution. All’epoca era la più giovane ad essere ammessa al centro. Nel 1973 è stata nominata nel comitato esecutivo del District of Columbia Board of Higher Education, la cui missione era quella di supervisionare la fusione tra il Federal City College e il Washington Teachers College. L’istituzione che alla fine è nata è stata l’Università del Distretto di Columbia.

Per un periodo nel 1970, Cooper Cafritz ha lavorato come assistente speciale del presidente di Post-Newsweek Stations Inc., con sede nel Distretto di Columbia, e ha anche lavorato come produttore esecutivo e documentario di programmazione per WTOP-TV a Washington. Dal 1977-79 ha diretto il Progetto culturale Minority, fondato dal cantante Harry Belafonte e una stazione di trasmissione pubblica di Pittsburgh, che ha fornito un forum per scrittori nuovi e dimenticati. Per un certo numero di anni Cooper Cafritz è apparso come recensore di arti in

A colpo d’occhio

Nato il 7 aprile 1947, a Mobile, AL; figlia di Algernon Johnson e Gladys (Mouton) Cooper; sposato Conrad Cafritz, 21 dicembre 1981; figli: due; custodia primaria di altri sei figli. Formazione: George Washington University, BA, 1968, ID, 1971; Woodrow Wilson International Center for Scholars, fellow, 1972. Politica: Democratico.

Carriera: Workshop per carriere nelle arti, Washington, DC, co-fondatore, 1968; Duke Ellington High School of Fine and Performing Arts, Washington, DC, fondatore, sviluppatore, raccolta fondi, 1968–; DC Arts Commission, executive committee chair, 1969-74; Post-Newsweek Stations Inc, assistente del presidente, 1970s; Minority Cultural Project, exec. dir., 1977-79; WETA-TV (Canale 26), Washington, DC, critico d’arte, 1986 -. Distretto di Columbia Consiglio di Istruzione, presidente, 2000 -.

Appartenenze selezionate: DC Commission on the Arts and Humanities, chair, 1979-87; Washington Performing Arts Society, 1983; PEN/Faulkner Foundation, board of directors, 1985-88; National lazz Service Organization, 1985–; Kennedy Center for the Performing Arts, board of trustees, 1987; Smithsonian Cultural Education Committee, chair, 1989–; President’s Committee on the Arts and Humanities, after 1994.

Premi selezionati: John D. Rockefeller International Youth Award, 1972; President’s Medal for Outstanding Community Service, Catholic University, 1974; New York Black Film Festival Award, 1976; George Foster Peabody Award for Excellence in Television, 1976; Mayor’s Art Award for Arts Advocacy, 1991.

Indirizzi: Home-3030 Chain Bridge Rd. NW, Washington, DC 20016.

“Around Town”, uno spettacolo su WETA-TV a Washington. Il suo coinvolgimento in numerose altre organizzazioni continuò sia a livello federale che locale, e comprendeva l’Assemblea nazionale delle agenzie artistiche statali, la Fondazione PEN/Faulkner, la National Jazz Service Organization e la Washington Performing Arts Society. È stata anche nominata nel consiglio di fondazione del Kennedy Center for the Performing Arts nel 1987, e dopo il 1989 ha co-presieduto il Comitato di equità culturale della Smithsonian Institution, che ha cercato di portare più diversità alle mostre e ai programmi del museo, così come ai ranghi del suo staff.

Cooper Cafritz si candidò alla presidenza del District of Columbia board of education nel 2000, facendo una campagna su una piattaforma che richiedeva una seria revisione del distretto in difficoltà. “Le persone in questa città che hanno molto da portare al tavolo non corrono”, ha detto della sua decisione, in un’intervista con la scrittrice del Washington Times Marlene T. Johnson. “Ho solo sentito che dovevo farlo.”Anche se nota per la sua schiettezza, era considerata un leader ideale per aiutare il consiglio a riformare quello che era diventato uno dei sistemi scolastici urbani più performanti della nazione.

Cooper Cafritz ha vinto le elezioni e ha messo in campo le sue formidabili capacità nei prossimi due anni per risolvere le crisi di bilancio e i combattimenti che avevano afflitto l’amministrazione e i sorveglianti politici del distretto. Un pezzo di opinione sul Washington Times di Deborah Simmons ha commentato il track record di Cooper Cafritz e le sfide che ha affrontato. “Per essere sicuri, è facile criticare il consiglio scolastico di Cafritz, ma è difficile sfidare la signora Cafritz, che non può essere acquistata dai sindacati e da altri gruppi di interesse speciale”, ha dichiarato Simmons. “Anche i powerbrokers di Washington, pronti a chiamarla controllante e combattiva, anche brusca e ironica—ora si trovano a dover fare un respiro profondo e trattare con lei nella lotta per riformare le scuole DC.”Con un impressionante track record che ha risuonato con i genitori, Cooper Cafritz ha corso incontrastato nella sua candidatura per la rielezione per la presidenza del consiglio scolastico nel 2002, e anche se non è riuscita a vincere l’approvazione del sindaco, ha vinto un altro mandato di due anni.

Cooper Cafritz ha sposato Conrad Cafritz nel 1981, e ha due figli. Ha anche assunto la custodia primaria e la tutela di altri sei figli. La Ellington School è ancora fiorente dopo quasi tre decenni di attività, e conta tra i suoi laureati il soprano Denyce Graves e il comico Dave Chappell. Più del 90 per cento dei suoi laureati andare al college. La scuola riceve lo stesso importo in dollari per alunno delle altre scuole superiori DC, ma la sua ricchezza di programmi richiede una grande campagna di raccolta fondi in corso, e Cooper Cafritz aiuta a raccogliere annually 1 milione all’anno per il fondo di dotazione della Scuola Ellington. Come ha detto a Ebony, considera Ellington un paradiso, dove i ” sogni dei ragazzi sono così grandi e reali che hanno spinto questi ragazzi fuori da famiglie difficili, povere, spesso analfabete e in alcune delle migliori arene artistiche in America.”

Sources

Periodicals

Business Week, October 13, 2003.

Ebony, gennaio 1996, p. 37.

Financial Times, 23 febbraio 2001, pag. 15.

Jet, 17 ottobre 1994, pag. 33.

Washington Times, 27 ottobre 2000, pag. 4; 8 novembre 2000, pag. 1; 7 marzo 2001, pag. 2; 16 marzo 2001, pag. 19; 13 luglio 2001, pag. 4; 24 agosto 2001, pag. 1; 7 dicembre 2001, pag. 4; 8 novembre 2002, pag. A23.

On-line

“Peggy Cooper Cafritz, dichiarazione e biografia,” DCWatch, www.dcwatch.com/archives/election2000/cafritz05.htm (17 dicembre 2003).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.