Cleopatra’s Needle, Londra

L’obelisco rimase ad Alessandria fino al 1877 quando Sir William James Erasmus Wilson, un distinto anatomista e dermatologo, sponsorizzò il suo trasporto a Londra da Alessandria ad un costo di circa £10.000 (equivalente a oltre £1.000.000 nel 2020). Dopo la consultazione con Mathew William Simpson, un ingegnere ferroviario e locomotiva che lavora per il Khedive d’Egitto e un amico di Wilson che condivideva la sua passione per le antichità egizie, è stato scavato dalla sabbia in cui era stato sepolto per quasi 2.000 anni ed è stato racchiuso in un grande cilindro di ferro, 92 piedi (28 m) di lunghezza e 16 piedi (4,9 m) di diametro. Questo fu progettato dall’ingegnere John Dixon (dai piani originali elaborati per Wilson da Mathew William Simpson, che non fu in grado di intraprendere il lavoro a causa di essere sotto contratto con il Khedive), e soprannominato Cleopatra, per essere comandato dal capitano Carter. Fu costruito presso la Thames Iron Works, spedito ad Alessandria in pezzi separati e costruito attorno all’obelisco da Waynman Dixon, fratello di John. Aveva uno stelo verticale e poppa, un timone, due chiglie di sentina, un albero per bilanciare le vele e una casa di coperta. Questo ha agito come un pontone galleggiante che doveva essere trainato a Londra dalla nave Olga, comandata dal capitano Booth.

Ago di Londra in costruzione, agosto 1878.

Lo sforzo fu quasi disastroso il 14 ottobre 1877, in una tempesta nel Golfo di Biscaglia, quando la Cleopatra iniziò a rotolare selvaggiamente e divenne incontrollabile. Olga ha inviato una barca di salvataggio con sei volontari, ma la barca si è capovolta e tutti e sei gli equipaggi sono stati persi – sono nominati su una targa di bronzo attaccata al piede della pietra di montaggio dell’ago. Il capitano Booth sull’Olga alla fine riuscì a portare la sua nave accanto alla Cleopatra e salvò il capitano Carter e i cinque membri dell’equipaggio a bordo di Cleopatra. Il capitano Booth riferì che la Cleopatra era “abbandonata e affondata”, ma rimase a galla, alla deriva nella baia, finché non fu trovata quattro giorni dopo da navi da traino spagnole, e poi salvata dal piroscafo Glasgow Fitzmaurice e portata a Ferrol in Spagna per le riparazioni. Il Maestro del Fitzmaurice ha presentato una richiesta di salvataggio di £5.000 che doveva essere risolta prima della partenza da Ferrol, ma è stata negoziata e risolta per £2.000. La William Watkins Ltd paddle rimorchiatore Anglia, sotto il comando del capitano David Glue, è stato poi incaricato di trainare la Cleopatra di nuovo al Tamigi. Al loro arrivo nell’estuario il 21 gennaio 1878, i bambini delle scuole di Gravesend ricevettero il giorno libero. Un modello in legno dell’obelisco era stato precedentemente posizionato al di fuori delle Camere del Parlamento, ma la posizione era stata respinta, quindi l’ago di Londra fu finalmente eretto sul Victoria Embankment il 12 settembre 1878.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.