Cellule NKT: Invariant

Invariant natural killer T (iNKT) le cellule, note anche come cellule NKT di tipo I o classiche, sono una popolazione distinta di cellule T che esprimono un recettore aß T-cell invariant (TCR) e un numero di molecole di superficie cellulare in comune con le cellule natural killer (NK). Sebbene le cellule iNKT siano rare nel pool di sangue umano, che comprende solo lo 0,01-1% delle cellule mononucleate del sangue periferico (PBMC), sono importanti cellule immunoregolatrici che producono rapidamente grandi quantità di citochine che possono influenzare altre cellule immunitarie.

Riconoscimento dell’antigene

Le cellule iNKT esprimono un repertorio ristretto di TCR che, nell’uomo, è composto da una catena TCRa Va24-Ja18 accoppiata preferenzialmente con una catena TCRß Vß11. A differenza delle cellule T convenzionali, che per lo più riconoscono gli antigeni peptidici presentati dalle molecole MHC, le cellule iNKT riconoscono gli antigeni glicolipidi presentati dalla molecola non polimorfa MHC di classe I, CD1d. Le cellule iNKT sono spesso caratterizzate dal riconoscimento del glicolipide prototipo, a–galattosilceramide (a-GalCer), un agente derivato dalla spugna marina, che le attiva potentemente e ha una forte attività antitumorale.

Ruoli immunoregolatori

Funzionalmente, le cellule iNKT umane possono essere suddivise in tre sottopopolazioni, che sono CD4+, CD8+ o CD4 – CD8- (DN). Studi in vitro hanno dimostrato che le cellule CD4+ iNKT tendono a produrre citochine di tipo Th1 e Th2 e possono avere un ruolo più immunoregolatore, mentre le cellule CD8+ e DN iNKT appaiono più simili a Th1 in risposta e hanno una maggiore capacità citolitica. Le citochine e le chemochine derivate dalle cellule iNKT possono modulare diversi altri tipi di cellule, tra cui le cellule NK, le cellule T convenzionali CD4 + e CD8+, i macrofagi, i neutrofili e le cellule B, nonché il reclutamento e l’attivazione delle cellule dendritiche.

 Celle NKT-Invariante-Figura 1

Ruolo nella malattia

Le cellule iNKT sono state implicate per svolgere un ruolo in una serie di malattie correlate al sistema immunitario. Le loro risposte multifunzionali hanno dimostrato di migliorare l’immunità microbica e tumorale, nonché di sopprimere le malattie autoimmuni e promuovere la tolleranza. Tuttavia, gli INKT hanno anche dimostrato di esacerbare alcune altre malattie come l’allergia. Ci sono molti studi clinici in corso che sperano di sfruttare le potenziali proprietà immunoterapeutiche delle cellule iNKT.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.